Figli del Sacro Cuore

LOGO---Figli-del-Sacro-cuore-di-Ges-1

Scrivici

  • Richieste di preghiera
  • Guestbook

hands-clasped-in-prayer1

guestbook

Novene del mese

  • 1
  • 2
Prev Next

Novena a Maria che scioglie i nodi

Novena a Maria che scioglie i nodi

  Come pregare la Novena: 1.Fare il segno della Croce; 2.Recitare l’atto di contrizione. Chiedere perdono per i nostri peccati e, soprattutto, proporre di non commetterli mai più; 3.Recitare le prime tre decine del...

Novene

Novene

a questo link troverete tutte le novene che si trovano nel sito    

La nostra casa...

LOGO ROISC

di spiritualità

Auguri Pasqua 2019

 

Buona Pasqua 2017

 

Avvento 2018

News Vita

LA NOSTRA VITA:

una Parabola

raccontata da Dio!

 

 

Parola per la vita

Riflessioni

Blog FdL

Cosa stai pensando?

In evidenza

  • 1
  • 2
Prev Next

Diretta Preghiera

Diretta Preghiera

radiopadrematteoricci.it

radiopadrematteoricci.it

Appuntamenti

Mag
23

23 Maggio 2019 21:00 - 23:00

Mag
24

24 Maggio 2019 21:00 - 22:00

AVVISO IMPORTANTE

La Consacrazione al Cuore immacolato di Maria ci chiama ad una vita sempre più intensa e vera di testimonianza per i nostri fratelli. Per questo ogni consacrato, dopo essersi affidato a Maria, per diventare vero discepolo di Cristo e aumentare i frutti di questo grande dono ricevuto ha bisogno di tenere sempre accesa la fiamma della grazia con un serio cammino di fede.

 

Il consacrato è chiamato quindi a camminare nella fede insieme ad altri fratelli partecipando magari agli incontri settimanali e se non gli è possibile almeno scegliere uno di essi:

ogni mercoledì dalle 20.30 alle 22.00 con S. Rosario e Lectio Divina continua della Sacra Scrittura.
ogni giovedì dalle 21.00 alle 22.15 Adorazione Eucaristica, S. Rosario e Ascolto della Parola domenicale.
ogni venerdì dalle 21.00 alle 22.00 Adorazione Eucaristica.
il primo giovedì del mese ci sarà la Celebrazione Eucaristica.
il primo sabato del mese alle ore 21.00 il S Rosario, Celebrazione Eucaristica segue adorazione fino alle 24.00.

 

L’impegno settimanale ha bisogno anche di momenti di formazione e di incontro che saranno proposti durante l’anno, eventualmente nella seconda e quarta domenica del mese tradizionalmente usate fino ad oggi per la Messa e per l’Adorazione: queste, come sopra indicato, vengono pertanto proposte il primo giovedì (Celebrazione Eucaristica con rinnovo della Consacrazione) e gli altri giovedì e venerdì per l’adorazione.

 

Sostegno Pro-Terremoto

Chi volesse aiutare la nostra chiesa locale in questo momento di crisi dovuta al Terremoto può effettuare un versamento a:


Confraternita Sacre Stimmate di San Francesco

CAUSALE: OFFERTA PRO TERREMOTO
IBAN

IT88I0605513401000000018257

 

Potete segnalare il vostro nominativo con il vostro indirizzo email per permetterci di ringraziare per il vostro sostegno.

L'importanza della Croce

curato_croce

La croce

Ci lamentiamo di soffrire; avremmo maggiore ragione di lamentarci di non soffrire, poiché niente ci rende più simili a Nostro Signore. Oh, bella unione dell'anima con Nostro Signore Gesù Cristo mediante l'amore della sua croce!

Nostro Signore è il nostro modello: prendiamo la nostra croce e seguiamolo.

Se il buon Dio ci invia delle croci, ci scoraggiamo, ci lamentiamo, mormoriamo, siamo talmente nemici di tutto quello che ci contraria, che vorremmo sempre essere in una scatola di bambagia.

Nel vostro battesimo avete accettato una croce che dovete lasciare soltanto alla morte.

Può essere la vita di un buon cristiano altra cosa che quella di un uomo attaccato alla croce

con Gesù Cristo?

Se qualcuno vi dicesse: «Vorrei volentieri diventar ricco, cosa devo fare? », gli rispondereste: «Bisogna lavorare ». Ebbene!, per andare in cielo, bisogna soffrire.

Non bisogna mai guardare da dove vengono le croci: vengono da Dio. E' sempre Dio che ci dà questo mezzo per provargli il nostro amore.

La croce è il libro più sapiente che si possa leggere. Coloro che non conoscono questo libro sono ignoranti, anche se conoscono tutti gli altri libri. I veri sapienti sono soltanto coloro che lo amano, lo consultano, l'approfondiscono... Quanto più si è alla sua scuola, tanto più si vuole rimanervi. Il tempo vi passa senza noia. Si sa tutto quello che si vuole sapere, e non si è mai sazi di ciò che vi si gusta.

Le persone del mondo si affliggono quando hanno delle croci, i cristiani veri si affliggono soltanto quando non ne hanno.

Nella via della croce, soltanto il primo passo costa.

La paura delle croci è la nostra grande croce.

Tutto va bene se portiamo bene la nostra croce.

Ci sono due modi di soffrire: soffrire amando e soffrire senza amare. I santi soffrivano tutti con pazienza, gioia e perseveranza, perché amavano. Noi soffriamo con rabbia, dispetto e noia, perché non amiamo. Se amassimo Dio, saremmo felici di poter soffrire per amore di Colui che ha accettato di soffrire per noi.

Voi dite che è duro? No, è dolce, è consolante, è soave: è la felicità... Soltanto, bisogna amare quando si soffre, e soffrire amando.

Colui che va incontro alla croce, cammina in senso inverso alle croci: egli le incontra forse, ma è contento di incontrarle: le ama, le porta con coraggio. Lo uniscono a Nostro Signore. Lo purificano. Lo distaccano da questo mondo. Tolgono gli ostacoli dal suo cuore e lo aiutano ad attraversare la vita come un ponte aiuta a passare l'acqua.

La maggior parte degli uomini girano le spalle alle croci e scappano davanti ad esse. Quanto più essi corrono, tanto più la croce li insegue.

Dovremmo correre dietro alla croce come l'avaro corre dietro al denaro.

Sembra che perché si ama un po' il buon Dio, non si debba avere niente che ci contrari, niente che ci faccia soffrire... E' perché non capiamo il valore e la felicità delle croci.

Non capisco come mai un cristiano possa non amare la croce e fuggirla! Non significa fuggire allo stesso tempo colui che ha voluto esservi appeso e morire per noi?

La croce è la lampada che illumina il cielo e la terra.

Bisogna chiedere l'amore per le croci: allora diventano dolci. Ne ho fatto l'esperienza: durante quattro o cinque anni sono stato calunniato, contraddetto molto, scompigliato assai. Oh, ne avevo delle croci... ne avevo quasi più di quello che ne potevo portare! Mi sono messo a chiedere 1'amore per le croci... allora sono stato felice. Lo dico sul serio: non c'è felicità che là...

Quando si amano le croci, non se ne ha mai, ma, quando si respingono, vi si rimane schiacciati.

Fuggire le croci, è volerne essere oppresso; desiderarle, è non sentirne l'amarezza.

La croce! la croce! fa perdere la pace? E' lei che dà la pace al mondo; è lei che deve portarla nel nostro cuore. Tutte le nostre miserie provengono dal fatto che non l'amiamo. E' la paura delle croci che aumenta le croci. Una croce portata semplicemente e senza questi ritorni dell'amor proprio che esagerano i dolori, non è più una croce, una sofferenza.

La croce è un dono che il buon Dio fa ai suoi amici.

Ciò che fa si che non amiamo Dio è che non siamo arrivati a quel grado in cui tutto quello che costa ci fa piacere.

Una lunga malattia è vantaggiosa per un cristiano che sa approfittarne.

Bisogna già essere arrivato ad un certo grado di perfezione per sopportare la malattia con pazienza.

Non si ha il coraggio di portare la propria croce! Si ha ben torto, poiché, checché facciamo, la croce ci tiene, non possiamo sfuggirle.

Santo Curato D'Ars

 

fonte:www.atma-o-jibon.org

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Anti-spam: complete the task

Sostienici

Tutti i servizi che offriamo sono totalmente gratuiti e svolti con generosità dai nostri giovani. Se vuoi sostenerci e fare in modo che possiamo realizzarli sempre meglio ora puoi farlo con una piccola donazione. Grazie in anticipo.

 

Donazione Paypal

Cerca

Seguici su Facebook

 

Seguici su...

Rss
Facebook
Facebook
Googleplus
Twitter
Youtube
Youtube

Affidamento al Cuore

Immacolato di Maria

 

 

 

 

san filippo

 

Chiesa S. Filippo Neri

 

san filippo

Via Lauretana

vergine_lauretana

Spettacoli Musicali

nota_musicale.gif

Vuoi organizzare spettacoli musicali in parrocchia o nel tuo paese?
Contatta:
FRANCESCA: 347.8685855
eMail:

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter gionaliera!