Figli del Sacro Cuore

LOGO---Figli-del-Sacro-cuore-di-Ges-1

Scrivici

  • Richieste di preghiera
  • Guestbook

hands-clasped-in-prayer1

guestbook

Novene del mese

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
Prev Next

Novena a sant'Ignazio di Loyola

Novena a sant'Ignazio di Loyola

22-30 Luglio  

Novena a San Leopoldo Mandic

Novena a San Leopoldo Mandic

- dal 21 all' 30...

Novena a San Luigi Gonzaga

Novena a San Luigi Gonzaga

Dal 12 al 20 giugno

Novena a Sant'Alfonso Maria de Liguori

Novena a Sant'Alfonso Maria de Liguori

Dal 23 al 31 luglio

Novena delle rose in onore di santa Tere…

Novena delle rose in onore di santa Teresa di Gesù Bambino

Santissima Trinità, Padre, Figlio e...

Novena a Maria che scioglie i nodi

Novena a Maria che scioglie i nodi

  Come pregare la Novena: 1.Fare il...

La nostra casa...

LOGO ROISC

di spiritualità

News Vita

Parola per la vita

Riflessioni

Blog FdL

Che cosa stai pensando ora?

Liturgia

vangelo.gif
Vangelo del Giorno 

Vangelo del Giorno AUDIO

Liturgia Audio 
Una parola per te! 

 

 

In evidenza

  • 1
  • 2
  • 3
Prev Next

radiopadrematteoricci.it

radiopadrematteoricci.it

LA NOSTRA VITA: una Parabola raccontata …

LA NOSTRA VITA: una Parabola raccontata da Dio!

PERCHÉ NON DA TE?

PERCHÉ NON DA TE?

Appuntamenti

Ago
23

23 Agosto 2018 21:00 - 23:00

Omelia Vescovo Marconi - Consacrazione Lucia Giustozzi

Figli del Sacro Cuore

 

Pronunciata sabato 26 maggio 2018 presso la Chiesa di San Giorgio a Macerata

 

Scarica documento

Sostegno Pro-Terremoto

Chi volesse aiutare la nostra chiesa locale in questo momento di crisi dovuta al Terremoto può effettuare un versamento a:


Confraternita Sacre Stimmate di San Francesco

CAUSALE: OFFERTA PRO TERREMOTO
IBAN

IT88I0605513401000000018257

 

Potete segnalare il vostro nominativo con il vostro indirizzo email per permetterci di ringraziare per il vostro sostegno.

Mese di Maggio

"Gesù allora, vedendo la madre..." (Gv 19,26)

 

MariaDalla croce Gesù vede sua madre. Già questo incrociarsi di sguardi, in quel momento, è sconvolgente.

Gesù vede la madre e, nel momento supremo, pensa a lei, alla sua solitudine, all'abbandono a cui è destinata dopo la sua morte, e l'affida a una persona amica, al discepolo che egli amava, che era presente sul Calvario. L'ultimo pensiero di Gesù è per la madre. Veramente questa breve scena solleva all'improvviso dei veli sulla vita di Maria e sui suoi rapporti col figlio: rapporti intensi e vivi. All'evangelista Giovanni sta a cuore sottolineare l'aspetto umano del mistero di Gesù: l'Incarnazione è una realtà autentica che inserisce Gesù, come ogni uomo, nelle realtà umane, nei rapporti umani. Questo tocco così umano di Gesù che dedica il suo ultimo pensiero a sua madre, diventa così una nuova e suprema testimonianza della verità dell'Incarnazione.

Maria, in questo testamento supremo, è proclamata madre del discepolo amato e, attraverso di lui, madre di tutti i discepoli. Gesù morente, infatti, non si rivolge anzitutto al discepolo, ma direttamente alla madre e poi, quasi di riflesso al discepolo. Quindi è un messaggio rivolto essenzialmente alla madre. Gesù affida il discepolo alla madre. Il suo è un messaggio di maternità, un incarico affidato alla madre nei riguardi del discepolo che sta lì a simboleggiare tutti i discepoli.

Da questo momento la madre di Gesù diventa madre in senso nuovo. In lei si riconosce, in trasparenza, il simbolo della Chiesa che è madre, generando alla fede sempre nuovi figli.

Nella Chiesa ogni credente è madre di Gesù (cf. Mc 3,35: Chi compie la volontà di Dio, costui è mio fratello, sorella e madre), perché comunicando agli altri la propria fede, partecipa della maternità profonda della Chiesa.

Ma Maria, che ne è il simbolo più alto, partecipa in modo tutto particolare e incomparabile di questa maternità perché, non solo fisicamente, ma per la sua fede, Lei sola è la madre di Gesù.

Leggendo questo episodio evangelico, è difficile non ricordare l'episodio di Cana. Già allora la fede di Maria aveva provocato il sorgere della fede dei discepoli; in un certo modo li aveva generati al vangelo. Ora, al culmine del suo mistero, pronunciando le sue parole definitive, Gesù la proclama per sempre, nella Chiesa, madre dei credenti.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Anti-spam: complete the task

Sostienici

Tutti i servizi che offriamo sono totalmente gratuiti e svolti con generosità dai nostri giovani. Se vuoi sostenerci e fare in modo che possiamo realizzarli sempre meglio ora puoi farlo con una piccola donazione. Grazie in anticipo.

 

Donazione Paypal

Cerca

Seguici su Facebook

 

Seguici su...

Rss
Facebook
Facebook
Googleplus
Twitter
Youtube
Youtube

Affidamento al Cuore

Immacolato di Maria

 

 

 

 

san filippo

 

Chiesa S. Filippo Neri

 

san filippo

Via Lauretana

vergine_lauretana

Spettacoli Musicali

nota_musicale.gif

Vuoi organizzare spettacoli musicali in parrocchia o nel tuo paese?
Contatta:
FRANCESCA: 347.8685855
eMail:

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter gionaliera!