Figli del Sacro Cuore

LOGO---Figli-del-Sacro-cuore-di-Ges-1

Scrivici

  • Richieste di preghiera
  • Guestbook

hands-clasped-in-prayer1

guestbook

Novene del mese

  • 1
  • 2
  • 3
Prev Next

Novena all’Immacolata

Novena all’Immacolata

Dal 29 novembre al 7 dicembre  

Novena a Maria che scioglie i nodi

Novena a Maria che scioglie i nodi

  Come pregare la Novena: 1.Fare il segno della Croce; 2.Recitare l’atto di contrizione. Chiedere perdono per i nostri peccati e, soprattutto, proporre di non commetterli mai più; 3.Recitare le prime tre decine del...

Novene

Novene

a questo link troverete tutte le novene che si trovano nel sito    

La nostra casa...

LOGO ROISC

di spiritualità

Corona D'avvento

Avvento 2018

News Vita

LA NOSTRA VITA:

una Parabola

raccontata da Dio!

 

 

Parola per la vita

Riflessioni

In evidenza

  • 1
  • 2
Prev Next

Diretta Preghiera

Diretta Preghiera

radiopadrematteoricci.it

radiopadrematteoricci.it

Appuntamenti

Dic
12

12 Dicembre 2019 21:00 - 23:00

Dic
13

13 Dicembre 2019 21:00 - 22:00

AVVISO IMPORTANTE

La Consacrazione al Cuore immacolato di Maria ci chiama ad una vita sempre più intensa e vera di testimonianza per i nostri fratelli. Per questo ogni consacrato, dopo essersi affidato a Maria, per diventare vero discepolo di Cristo e aumentare i frutti di questo grande dono ricevuto ha bisogno di tenere sempre accesa la fiamma della grazia con un serio cammino di fede.

 

Il consacrato è chiamato quindi a camminare nella fede insieme ad altri fratelli partecipando magari agli incontri settimanali e se non gli è possibile almeno scegliere uno di essi:

ogni mercoledì dalle 20.30 alle 22.00 con S. Rosario e Lectio Divina continua della Sacra Scrittura.
ogni giovedì dalle 21.00 alle 22.15 Adorazione Eucaristica, S. Rosario e Ascolto della Parola domenicale.
ogni venerdì dalle 21.00 alle 22.00 Adorazione Eucaristica.
il primo giovedì del mese ci sarà la Celebrazione Eucaristica.
il primo sabato del mese alle ore 21.00 il S Rosario, Celebrazione Eucaristica segue adorazione fino alle 24.00.

 

L’impegno settimanale ha bisogno anche di momenti di formazione e di incontro che saranno proposti durante l’anno, eventualmente nella seconda e quarta domenica del mese tradizionalmente usate fino ad oggi per la Messa e per l’Adorazione: queste, come sopra indicato, vengono pertanto proposte il primo giovedì (Celebrazione Eucaristica con rinnovo della Consacrazione) e gli altri giovedì e venerdì per l’adorazione.

 

Sostegno Pro-Terremoto

Chi volesse aiutare la nostra chiesa locale in questo momento di crisi dovuta al Terremoto può effettuare un versamento a:


Confraternita Sacre Stimmate di San Francesco

CAUSALE: OFFERTA PRO TERREMOTO
IBAN

IT88I0605513401000000018257

 

Potete segnalare il vostro nominativo con il vostro indirizzo email per permetterci di ringraziare per il vostro sostegno.

GMG Madrid 2011

Mons. Claudio Giuliodori "Saldi nella fede"

claudio giuliodori

GMG Madrid 2011

"Radicati e fondati in Cristo, saldi nella fede" (cfr. Col 2,7)

Mercoledì 17 agosto – 1ª catechesi

"Saldi nella fede"

Sintesi della Catechesi di S. E. Mons. Claudio Giuliodori

1. Che cos'è la fede?

Che cos'è la fede? Non è mai una domanda scontata o banale. La fede è la questione fondamentale della vita per i credenti e, per certi versi, anche per chi ritiene di non credere. La fede, in ultima analisi, è una questione di relazione e nessuno vive senza relazioni. Ma che cosa è la relazione di fede? Parto da un'immagine a me molto cara perché amo la montagna e molto ho imparato scalando le montagne. Non sono un alpinista, ma mi piace affrontare salite impegnative. In montagna e in particolare nelle Dolomiti, molte di queste vie sono definite "ferrate" perché attrezzate con corde, scale e altri supporti di ancoraggio e sicurezza.

2. Come vivere nella fede?

La fede può essere paragonata a questo tipo di percorso perché vi sono due elementi indispensabili: uno oggettivo e uno soggettivo. Quello oggettivo è la montagna, i sentieri, le vie attrezzate che esisto prima di me e che sono indispensabili per affrontare l'impresa. L'altro è un aspetto soggettivo che include il mio desiderio di salire, un'adeguata attrezzatura, tra cui l'imbragatura che attraverso i moschettoni mi permette di essere ben ancorato alla corde fisse della ferrata.

La fede è l'essere in relazione con Dio, con un Dio che ci trascende e che sembra irraggiungibile. In realtà non è impossibile salire fino alla vetta di Dio, anche perché lui ci ha preparato la strada (la via ferrata). È necessario però affrontarla mettendosi in gioco con la propria libertà e il proprio impegno usando le capacità naturali e gli strumenti (la nostra imbragatura).

C'è pertanto un dato oggettivo (contenuto) della fede (fides quae creditur) e un dato soggettivo (esperienza) della fede (fides qua creditur). Nella relazione di fede, nssuno dei due può prescindere dall'altro, ma si rafforza nel rapporto con l'altro fino a diventare un tutt'uno, quasi inseparabile. Sul rapporto tra l'atto del credere personale (sempre unico e irripetibile per ciascuno) e i contenuti propri della fede (Rivelazione e Tradizione offerti a tutti) che ci sono dati e non dipendono da noi, si realizza l'affascinate storia di fede di ogni credente. A partire da sant'Agostino che nel De Trinitate 13, 2, 5 affronta per la prima volta questa importante questione ed elabora questi due aspetti costitutivi della fede cristiana, la fides quae e la fides qua, fino ai nostri giorni, questa resta la problematica centrale della fede.

3. Vivere "saldi nella fede" da giovani nel nostro tempo

La fede che noi viviamo non è astratta e generica, ma è la fede che ci ha insegnato Gesù Cristo manifestandoci tutta la fiducia di Dio nei nostri confronti. Dio vuole essere in relazione con le sue creature e ha fiducia in loro. Ci chiede di fidarci di lui e di seguirlo. Per questo, con l'incarnazione del Figlio, si è fatto vicino e cammina con noi. Prendendo la nostra umanità in Gesù di Nazareth, il Verbo fatto carne, ci rivela quanto Dio vuole esserci vicino; dando la vita per noi ci ha insegnato come dobbiamo seguirlo nella via dell'amore.

Ma, come possiamo vedere dal Vangelo, la fede non è mai scontata. Dalla fede dei lontani (il Centurione, Mt 8, 10; la donna cananea, Mt 15, 28) alla fede dei malati (Mt 9, 2.22.29) e dei peccatori (Lc 7, 50) fino alla fede travagliata dei discepoli (sulla barca Mt 8, 26; Mc 4, 40) e di Pietro (Mt 14, 31; Lc 22, 32).

La fede è un dono che dobbiamo saper coltivare e far crescere: "Gli apostoli dissero al Signore: «Accresci in noi la fede!». Il Signore rispose: «Se aveste fede quanto un granello di senape, potreste dire a questo gelso: sràdicati e vai a piantarti nel mare, ed esso vi obbedirebbe»" (Lc 17, 5-6). C'è poi la domanda di Gesù che ci interpella in modo particolare: "Ma il Figlio dell'uomo, quando verrà, troverà la fede sulla terra?" (Lc 18, 8). È una domanda attualissima che ci aiuta leggere le sfide che la fede deve affrontare oggi.

In primo luogo la sfida rappresentata dalla fede in Gesù di Nazareth. Mentre in passato il cristianesimo veniva attaccato principalmente sul versante della morale e dei progetti di liberazione sociale oggi si cerca di sminuire la figura di Gesù nella sua verità storica e nella sua identità di Dio fatto uomo. Basta vedere le tante pubblicazioni sulla vita di Gesù che puntano a scardinare i fondamenti cristologici della fede (Pesce-Augias; Flores D'Arcais, Odifreddi, Vattimo etc...). Non è un caso che il Santo Padre Benedetto XVI abbia scritto due volumi sulla vita di Gesù di Nazareth affrontando le questioni fondamentali sia storiche che teologiche.

In secondo luogo ci sono le sfide che nascono da rapporto tra fede e ragione o fede e scienza. Sfide che toccano la vita umana dal concepimento al suo termine naturale, il significato della sessualità e dell'amore, la costruzione della civiltà dell'amore fondata sulla giustizia e sulla solidarietà. La dimenticanza di Dio è all'origine di tutti i problemi della società. In tale contesto, c'è urgente bisogno di ritrovare il primato di Dio nella vita dell'uomo: "Tutto cambia, se Dio c'è o se Dio non c'è" (Intervento del Card. Joseph Ratzinger in occasione del Giubileo dei catechisti e dei docenti di religione, 10 Dicembre 2000).

4. Educare la fede per una vita buona secondo il vangelo

La fede non è quindi un atteggiamento religioso del passato legato a tradizioni da conservare o riti da ripetere, ma una relazione viva e palpitante con il Signore che ci chiama in gioco direttamente. La fede deve essere invocata perché è un dono, ma deve essere anche educata e pertanto è necessaria la formazione (teologica, spirituale e morale). Per chi segue Gesù la formazione non un fatto intellettuale, ma si situa sempre dentro l'esperienza di vita della comunità ecclesiale che ci accompagna e ci sostiene. Il centro della vita di fede è costituito dalla preghiera liturgica, a partire dall'Eucaristia. Queste giornate di Madrid sono una testimonianza di come la fede ci unisce a Dio, ci rende fratelli con tutti gli uomini della terra, ci chiama ad essere testimoni coraggiosi e credibili dell'incontro con il Risorto che fa nuove tutte le cose.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Anti-spam: complete the task

Sostienici

Tutti i servizi che offriamo sono totalmente gratuiti e svolti con generosità dai nostri giovani. Se vuoi sostenerci e fare in modo che possiamo realizzarli sempre meglio ora puoi farlo con una piccola donazione. Grazie in anticipo.

 

Donazione Paypal

Seguici su Telegram

Risultati immagini per telegram

Vuoi ricevere quotidianamente il commento del Vangelo del giorno e rimanere aggiornato sulle nostre iniziative? Iscriviti al nostro canale Telegram cliccando sul seguente link: https://t.me/figlidellaluce

Cerca

Seguici su Facebook

 

Seguici su...

Rss
Facebook
Facebook
Googleplus
Twitter
Youtube
Youtube

Affidamento al Cuore

Immacolato di Maria

 

 

 

 

san filippo

 

Chiesa S. Filippo Neri

 

san filippo

Via Lauretana

vergine_lauretana

Spettacoli Musicali

nota_musicale.gif

Vuoi organizzare spettacoli musicali in parrocchia o nel tuo paese?
Contatta:
FRANCESCA: 347.8685855
eMail:

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter gionaliera!