Figli del Sacro Cuore

LOGO---Figli-del-Sacro-cuore-di-Ges-1

Novene del mese

  • 1
  • 2
  • 3
Prev Next

Novena a San Giuda Taddeo Apostolo

Novena a San Giuda Taddeo Apostolo

dal 19 al 27 ottobre (Protettore della purezza e Patrono dei casi disperati)  

Novena a Santa Pietro da Verona

Novena a Santa Pietro da Verona

    dal 28 marzo al 5 aprile  

La nostra casa...

LOGO ROISC

di spiritualità

News Vita

LA NOSTRA VITA:

una Parabola

raccontata da Dio!

 

 

Parola per la vita

Riflessioni

Blog FdL

Cosa stai pensando?

In evidenza

  • 1
  • 2
Prev Next

Inizio percorso di Affidamento al Cuore …

Inizio percorso di Affidamento al Cuore Immacolato di Maria

radiopadrematteoricci.it

radiopadrematteoricci.it

Appuntamenti

Set
25

25 Settembre 2018

Set
27

27 Settembre 2018

Set
27

27 Settembre 2018 09:30 - 13:00

Set
27

27 Settembre 2018 21:00 - 23:00

AVVISO IMPORTANTE

La Consacrazione al Cuore immacolato di Maria ci chiama ad una vita sempre più intensa e vera di testimonianza per i nostri fratelli. Per questo ogni consacrato, dopo essersi affidato a Maria, per diventare vero discepolo di Cristo e aumentare i frutti di questo grande dono ricevuto ha bisogno di tenere sempre accesa la fiamma della grazia con un serio cammino di fede.

 

Il consacrato è chiamato quindi a camminare nella fede insieme ad altri fratelli partecipando magari agli incontri settimanali e se non gli è possibile almeno scegliere uno di essi:

ogni mercoledì dalle 20.30 alle 22.00 con S. Rosario e Lectio Divina continua della Sacra Scrittura.
ogni giovedì dalle 21.00 alle 22.15 Adorazione Eucaristica, S. Rosario e Ascolto della Parola domenicale.
ogni venerdì dalle 21.00 alle 22.00 Adorazione Eucaristica.
il primo giovedì del mese ci sarà la Celebrazione Eucaristica.
il primo sabato del mese alle ore 21.00 il S Rosario, Celebrazione Eucaristica segue adorazione fino alle 24.00.

 

L’impegno settimanale ha bisogno anche di momenti di formazione e di incontro che saranno proposti durante l’anno, eventualmente nella seconda e quarta domenica del mese tradizionalmente usate fino ad oggi per la Messa e per l’Adorazione: queste, come sopra indicato, vengono pertanto proposte il primo giovedì (Celebrazione Eucaristica con rinnovo della Consacrazione) e gli altri giovedì e venerdì per l’adorazione.

 

Sostegno Pro-Terremoto

Chi volesse aiutare la nostra chiesa locale in questo momento di crisi dovuta al Terremoto può effettuare un versamento a:


Confraternita Sacre Stimmate di San Francesco

CAUSALE: OFFERTA PRO TERREMOTO
IBAN

IT88I0605513401000000018257

 

Potete segnalare il vostro nominativo con il vostro indirizzo email per permetterci di ringraziare per il vostro sostegno.

Annunciare, sorridere

La grande sfida per l'annuncio:

Una catechesi con il sorriso

 



Un'estate con i fari puntati sulla catechesi in vista dei nuovi Orientamenti, quella che si apre per la Chiesa italiana. Primo appuntamento ad Assisi (19-22 giugno) con il Convegno unitario degli Uffici diocesani della catechesi e della pastorale familiare, poi a Matera (5-7 luglio) con il Percorso formativo per collaboratori della catechesi diocesana, infine a Roma (28-29 settembre) con la Giornata dei catechisti, uno degli ultimi eventi nel calendario dell'Anno della Fede. Alla base la consapevolezza che la catechesi per rinnovarsi deve sposare una mentalità missionaria, passare cioè da una visione di conservazione a una stagione di annuncio in cui la fede non può essere presupposta, ma proposta.
Se infatti si guarda alle ricerche sociologiche si nota un crescendo dell'indifferenza religiosa, un infittirsi della massa di coloro che vivono come se Dio non esistesse, un vissuto di fede individualizzato privo di appartenenza alla Chiesa e di conseguenza senza pratica religiosa. In tale contesto la continuità della trasmissione della fede chiede alla catechesi di farsi cultura. Trenta anni fa Giovanni Paolo II, costituendo il Pontificio Consiglio della Cultura, ebbe a dire: "Una fede che non diventa cultura è una fede non pienamente accolta, non interamente pensata, non fedelmente vissuta".
Ma come parlare alla vita degli uomini e delle donne del nostro tempo, come aiutarli a interpretare cristianamente idee, atteggiamenti, esperienze, scelte di vita, se la catechesi tradizionale non riesce a comunicare messaggi comprensibili e significativi? Il problema si pone a cominciare dalla catechesi dell'iniziazione cristiana. Accompagnare i ragazzi ad essere soggetti attivi della loro educazione religiosa e mai passeggeri forzati di un viaggio da concludere con la cresima, richiede non solo la preparazione, ma anche la testimonianza dei catechisti, delle famiglie e della comunità cristiana. Non sempre si trovano persone che con simpatia, pazienza, competenza, sono capaci di convincere i ragazzi che il catechismo e la cresima sono il migliore dono che la comunità cristiana può loro fare. Né si può pensare di trasmettere il contenuto della fede servendosi solo delle parole. La fede, essendo un insieme di sentimenti, di valori, di idee, ha bisogno dell'uso di altri codici comunicativi, come il linguaggio musicale, pittorico, gestuale, ambientale.
Un'idea in proposito viene dalla parrocchia romana di Santa Maria della Speranza al Nuovo Salario, dove da molti anni è catechista suor Nellina Tursi, Figlia di Maria Ausiliatrice . "La nostra catechesi -dice la suora- avviene attraverso il gioco, il canto, la danza, il teatro. I ragazzi si sentono coinvolti, si divertono ed apprendono meglio". Della dimensione ludica come aiuto a capire, a interiorizzare e a ricordare era convinto anche il filosofo prussiano Friedrich Nietzsche: "Non si va in chiesa per farsi venire il malumore!" diceva. E don Orione aggiungeva: "Non si serve Dio con la faccia da quaresima". Un consiglio d'oro per il catechista viene anche da Madre Teresa di Calcutta, che alle sue suore diceva: "Non si capirà mai abbastanza quanto bene è capace di fare un sorriso"!
Un esempio di catechesi gioiosa anche sui misteri più difficili, come quello della Santissima Trinità, l'ha offerto Papa Francesco quando, nella visita alla parrocchia romana dei santi Elisabetta e Zaccaria, si è messo a dialogare dall'altare con i bambini di prima comunione. Lo faceva anche Papa Lucani nelle udienze generali. Si ricorderà la dolcezza con cui descrisse l'immagine di Dio "che è mamma"! Quel giorno la catechesi si fece poesia e si comprese meglio il senso del termine "catechesi", che è fare eco alle parole di Gesù: "Dio è Amore". Il rinnovamento della catechesi passa per questa via: dall'annuncio e dalla proposta di un progetto indispensabile di vita fondato sull'amore, che è ben altra cosa della fredda trasmissione di nozioni e di regole!

Fonte: www.vocazioni.net

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Anti-spam: complete the task

Sostienici

Tutti i servizi che offriamo sono totalmente gratuiti e svolti con generosità dai nostri giovani. Se vuoi sostenerci e fare in modo che possiamo realizzarli sempre meglio ora puoi farlo con una piccola donazione. Grazie in anticipo.

 

Donazione Paypal

Cerca

Seguici su Facebook

 

Seguici su...

Rss
Facebook
Facebook
Googleplus
Twitter
Youtube
Youtube

Affidamento al Cuore

Immacolato di Maria

 

 

 

 

san filippo

 

Chiesa S. Filippo Neri

 

san filippo

Via Lauretana

vergine_lauretana

Spettacoli Musicali

nota_musicale.gif

Vuoi organizzare spettacoli musicali in parrocchia o nel tuo paese?
Contatta:
FRANCESCA: 347.8685855
eMail:

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter gionaliera!