Figli del Sacro Cuore

LOGO---Figli-del-Sacro-cuore-di-Ges-1

Novene del mese

  • 1
  • 2
  • 3
Prev Next

Novena a San Giuda Taddeo Apostolo

Novena a San Giuda Taddeo Apostolo

dal 19 al 27 ottobre (Protettore della purezza e Patrono dei casi disperati)  

Novena a Santa Pietro da Verona

Novena a Santa Pietro da Verona

    dal 28 marzo al 5 aprile  

La nostra casa...

LOGO ROISC

di spiritualità

News Vita

LA NOSTRA VITA:

una Parabola

raccontata da Dio!

 

 

Parola per la vita

Riflessioni

Blog FdL

Cosa stai pensando?

In evidenza

  • 1
  • 2
Prev Next

Inizio percorso di Affidamento al Cuore …

Inizio percorso di Affidamento al Cuore Immacolato di Maria

radiopadrematteoricci.it

radiopadrematteoricci.it

Appuntamenti

Set
25

25 Settembre 2018

Set
27

27 Settembre 2018

Set
27

27 Settembre 2018 09:30 - 13:00

Set
27

27 Settembre 2018 21:00 - 23:00

AVVISO IMPORTANTE

La Consacrazione al Cuore immacolato di Maria ci chiama ad una vita sempre più intensa e vera di testimonianza per i nostri fratelli. Per questo ogni consacrato, dopo essersi affidato a Maria, per diventare vero discepolo di Cristo e aumentare i frutti di questo grande dono ricevuto ha bisogno di tenere sempre accesa la fiamma della grazia con un serio cammino di fede.

 

Il consacrato è chiamato quindi a camminare nella fede insieme ad altri fratelli partecipando magari agli incontri settimanali e se non gli è possibile almeno scegliere uno di essi:

ogni mercoledì dalle 20.30 alle 22.00 con S. Rosario e Lectio Divina continua della Sacra Scrittura.
ogni giovedì dalle 21.00 alle 22.15 Adorazione Eucaristica, S. Rosario e Ascolto della Parola domenicale.
ogni venerdì dalle 21.00 alle 22.00 Adorazione Eucaristica.
il primo giovedì del mese ci sarà la Celebrazione Eucaristica.
il primo sabato del mese alle ore 21.00 il S Rosario, Celebrazione Eucaristica segue adorazione fino alle 24.00.

 

L’impegno settimanale ha bisogno anche di momenti di formazione e di incontro che saranno proposti durante l’anno, eventualmente nella seconda e quarta domenica del mese tradizionalmente usate fino ad oggi per la Messa e per l’Adorazione: queste, come sopra indicato, vengono pertanto proposte il primo giovedì (Celebrazione Eucaristica con rinnovo della Consacrazione) e gli altri giovedì e venerdì per l’adorazione.

 

Sostegno Pro-Terremoto

Chi volesse aiutare la nostra chiesa locale in questo momento di crisi dovuta al Terremoto può effettuare un versamento a:


Confraternita Sacre Stimmate di San Francesco

CAUSALE: OFFERTA PRO TERREMOTO
IBAN

IT88I0605513401000000018257

 

Potete segnalare il vostro nominativo con il vostro indirizzo email per permetterci di ringraziare per il vostro sostegno.

"Bella fuori e triste dentro": ora è felice!

Testimonianza Vocazionale di Sr. Teresa del Volto Santo

 

Mi chiamo Sr. Maria Teresa del Volto Santo, ho 34 anni e un po' di anni fa non avrei mai potuto immaginare che avrei consacrato la mia vita al Signore. Fino all'età di vent'anni, Teresa camminava per altre vie lontane da Dio. Impregnata di paganesimo e di indifferenza per il messaggio evangelico, il mio culto erano i piaceri del mondo e il mio motto, apparire ad ogni costo, bella e felice; il mio cuore però non conosceva il vero senso della bellezza e della felicità e mi accontentavo solo di ciò che vedono gli altri. Bella fuori e triste dentro, vivevo una insoddisfazione profonda che avevo paura di affrontare.

Ad un certo punto la caduta dal cavallo: la mia casa costruita sulla sabbia ha cominciato a scricchiolare, fino a crollare e mi sono ritrovata sola con il mio vuoto interiore, perché la ricerca affannosa dell'apparire, aveva invecchiato la mia anima. E' stato un momento difficile e doloroso, ma provvidenziale; nella più profonda prostrazione, infatti i miei occhi hanno cominciato a vedere la luce, il calore dell'abbraccio di un uomo crocifisso che con me ed in me portava la mia angoscia; quando ho cominciato a percepire una voce diversa dalla mia solitudine silenziosa ho compreso che poteva essere solo opera di Dio che senza parole ammaestrava il mio cuore. La mia prima esperienza ecclesiale è avvenuta attraverso il Cammino Neocatecumenale, dove ho cominciato a dare un nome alla mia storia passata: quel momento di prova era stato il mio esodo, il mio passaggio dalla morte del mio essere battezzata. Mi sentivo profondamente amata, di un amore che cresceva in me e traboccava dal mio cuore in una gioia incontenibile; dopo un percorso di sei anni nel Cammino Neocatecumenale ho maturato finalmente il mio si totale a Dio, il mio fiat ad una vocazione che il Signore mi aveva posto nel cuore da sempre. Davvero in me si realizzavano le parole del profeta Geremia " Mi hai sedotto Signore e io mi sono lasciato sedurre". Entrando al Carmelo il mio desiderio era quello di vivere più a fondo il memoriale della mia Pasqua ed è così che mi piace considerare la nostra vita di monache carmelitane: un entrare sempre più nel mistero di salvezza di Cristo, vivere sempre con più consapevolezza il nostro essere associata a Cristo sposo nella Chiesa. Attraverso un camino continuo di conversione dall'io a Tu di Dio veniamo trasfigurate in Cristo sposo ed in questo tutta la spiritualità del Carmelo ci è maestra, perché vede il cammino dell'uomo come un'ascesa di purificazione in purificazione sul monte Carmelo che è Cristo Signore. La clausura con la sua struttura diventa il deserto dove nel silenzio e nella solitudine Dio parla al cuore; e se il Carmelo significa giardino ricco di fiori e frutti, il deserto claustrale, in questo incontro amoroso trasformante con Dio, porta frutti di vita eterna per il bene del Corpo Mistico. La nostra giornata alimentata costantemente dall'ascolto orante della Parola e dalla partecipazione consapevole alla liturgia quotidiana, rende tutta la nostra vita una preghiera, relazione amorosa con Colui dal quale ci sentiamo amate; prolunghiamo così nel mondo la missione orante di Cristo, per diventare come Lui un'offerta gradita al Padre, una lode perenne della sua gloria. Oggi rendo grazie al Signore per avermi fatto passare dalla morte del peccato alla vita della grazia, dalle tenebre alla luce, per essersi manifestato a me come il Crocifisso e Risorto, per essere stato la mia Pasqua; non finirò mai di lodarlo per avermi donato la sua Parola, perché solo attraverso di essa il suo Spirito mi consola, mi conforta, mi istruisce e mi purifica. Lo lodo e lo benedico per avermi dato in dono la mia chiamata a questa vita, per avermi dato per madre la Chiesa e questa comunità nella quale io posso vivere il mio carisma carmelitano.
Fonte: www.vocazioni.net

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Anti-spam: complete the task

Sostienici

Tutti i servizi che offriamo sono totalmente gratuiti e svolti con generosità dai nostri giovani. Se vuoi sostenerci e fare in modo che possiamo realizzarli sempre meglio ora puoi farlo con una piccola donazione. Grazie in anticipo.

 

Donazione Paypal

Cerca

Seguici su Facebook

 

Seguici su...

Rss
Facebook
Facebook
Googleplus
Twitter
Youtube
Youtube

Affidamento al Cuore

Immacolato di Maria

 

 

 

 

san filippo

 

Chiesa S. Filippo Neri

 

san filippo

Via Lauretana

vergine_lauretana

Spettacoli Musicali

nota_musicale.gif

Vuoi organizzare spettacoli musicali in parrocchia o nel tuo paese?
Contatta:
FRANCESCA: 347.8685855
eMail:

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter gionaliera!