Figli del Sacro Cuore

LOGO---Figli-del-Sacro-cuore-di-Ges-1

Scrivici

  • Richieste di preghiera
  • Guestbook

hands-clasped-in-prayer1

guestbook

Novene del mese

  • 1
  • 2
Prev Next

Novena a Maria che scioglie i nodi

Novena a Maria che scioglie i nodi

  Come pregare la Novena: 1.Fare il segno della Croce; 2.Recitare l’atto di contrizione. Chiedere perdono per i nostri peccati e, soprattutto, proporre di non commetterli mai più; 3.Recitare le prime tre decine del...

Novene

Novene

a questo link troverete tutte le novene che si trovano nel sito    

La nostra casa...

LOGO ROISC

di spiritualità

Avvento 2018

News Vita

LA NOSTRA VITA:

una Parabola

raccontata da Dio!

 

 

Parola per la vita

Riflessioni

Blog FdL

Cosa stai pensando?

In evidenza

  • 1
  • 2
Prev Next

Diretta Preghiera

Diretta Preghiera

radiopadrematteoricci.it

radiopadrematteoricci.it

Appuntamenti

Nov
15

15 Novembre 2019 21:00 - 22:00

Nov
21

21 Novembre 2019 21:00 - 22:00

Nov
22

22 Novembre 2019 21:00 - 22:00

AVVISO IMPORTANTE

La Consacrazione al Cuore immacolato di Maria ci chiama ad una vita sempre più intensa e vera di testimonianza per i nostri fratelli. Per questo ogni consacrato, dopo essersi affidato a Maria, per diventare vero discepolo di Cristo e aumentare i frutti di questo grande dono ricevuto ha bisogno di tenere sempre accesa la fiamma della grazia con un serio cammino di fede.

 

Il consacrato è chiamato quindi a camminare nella fede insieme ad altri fratelli partecipando magari agli incontri settimanali e se non gli è possibile almeno scegliere uno di essi:

ogni mercoledì dalle 20.30 alle 22.00 con S. Rosario e Lectio Divina continua della Sacra Scrittura.
ogni giovedì dalle 21.00 alle 22.15 Adorazione Eucaristica, S. Rosario e Ascolto della Parola domenicale.
ogni venerdì dalle 21.00 alle 22.00 Adorazione Eucaristica.
il primo giovedì del mese ci sarà la Celebrazione Eucaristica.
il primo sabato del mese alle ore 21.00 il S Rosario, Celebrazione Eucaristica segue adorazione fino alle 24.00.

 

L’impegno settimanale ha bisogno anche di momenti di formazione e di incontro che saranno proposti durante l’anno, eventualmente nella seconda e quarta domenica del mese tradizionalmente usate fino ad oggi per la Messa e per l’Adorazione: queste, come sopra indicato, vengono pertanto proposte il primo giovedì (Celebrazione Eucaristica con rinnovo della Consacrazione) e gli altri giovedì e venerdì per l’adorazione.

 

Sostegno Pro-Terremoto

Chi volesse aiutare la nostra chiesa locale in questo momento di crisi dovuta al Terremoto può effettuare un versamento a:


Confraternita Sacre Stimmate di San Francesco

CAUSALE: OFFERTA PRO TERREMOTO
IBAN

IT88I0605513401000000018257

 

Potete segnalare il vostro nominativo con il vostro indirizzo email per permetterci di ringraziare per il vostro sostegno.

Omelie

II Domenica di Avvento anno C

domenica II avvento2012

 

 

In questa seconda Domenica d'Avvento, la Chiesa sembra come "attirarci", sempre di più, verso il "Fatto" che ha cambiato la storia dell'umanità, verso l'Avvenimento che è a fondamento di quella "nuova storia", che, ora, abbraccia l'umanità e che celebreremo nella Notte di Natale: Gesù di Nazareth, Signore e Cristo, Incarnato, morto e risorto per noi.

Sono due, nella Liturgia odierna, i modi, nei quali la Chiesa ci introduce alle soglie del Mistero del Natale: dandoci le coordinate storico-politiche del Fatto, di cui stiamo parlando, e facendoci incontrare colui, che di questo Fatto, è stata la voce.

Anzitutto, guardiamo alle coordinate storico politiche del Fatto: San Luca ci riferisce chi era l'imperatore di allora, chi il governatore della Giudea, quali i tetrarchi e chi i sommi sacerdoti d'Israele. Dio non si affaccia genericamente sulla storia dell'umanità, ma entra in una storia, in un popolo e in un luogo ben determinati, nei quali attirerà, poi, l'umanità intera, come abbiamo ascoltato nella straordinaria profezia del profeta Baruc: «Sorgi, o Gerusalemme, sta' in piedi sull'altura e guarda verso oriente; vedi i tuoi figli riuniti, dal tramonto del sole fino al suo sorgere, alla parola del Santo, esultanti per il ricordo di Dio. Si sono allontanati da te a piedi, incalzati dai nemici; ora Dio te li riconduce in trionfo come sopra un trono regale» (Bar 5,5).

Veniamo così condotti, progressivamente, a quella "concretezza" estrema di Dio che è il Mistero dell'Incarnazione: Dio si rende incontrabile in un particolare momento storico e in un determinato popolo, ma non solo; Egli si fa incontrare addirittura in una "persona", nella Persona di Gesù di Nazareth, il Figlio Unigenito dell'Eterno Padre, concepito da Maria Vergine e dato alla luce a Betlemme di Giudea.

Dio, però, non ha operato e non opera in questa particolare storia, per merito dell'uomo. Non vi è nell'uomo e nel suo operare, infatti, alcuna "ragione" per meritare la venuta di Dio; non vi è nell'universo un solo atomo che possa meritare una tale grazia! Dio si china su di noi, in questa nostra concretissima vicenda, perché nel Mistero della Sua sovrana Libertà, Egli vuole così. Certamente, eleggendosi un popolo, il popolo di Israele, Egli ha voluto anche "educare" l'uomo a domandare il Suo intervento, ad implorare il Suo perdono, la Sua grazia, ma Egli, ultimamente, interviene per un atto assolutamente gratuito della Sua Volontà.

Guardiamo sempre con infinita gratitudine a Gesù e domandiamo di incontrarLo: Egli, Bambino nella culla di Betlemme, è "per noi", Egli è per ciascuno di noi. Ed è tanto più evidente l'incommensurabile grandezza di questo Dono, quanto più accettiamo di riconoscere che non lo meritiamo, che nulla in noi merita tanto. Non attendiamo, perciò, un tempo favorevole per incontrare il Signore, non aspettiamo di meritare il dono della Fede o di una Fede più ardente e profonda, ma domandiamo che Egli intervenga nella nostra vita, che Si mostri a noi, che ci apra gli occhi, perché la Fede, cioè l'incontro con Lui, è una "grazia", che Egli vuole accordarci – anzi che nel Battesimo ci ha accordato definitivamente - e che ci invita a domandare, perché, desiderandola, possiamo accoglierla con sempre maggiore frutto.

E, infine, la Chiesa ci fa incontrare, nella Liturgia odierna, colui che di questo Fatto, è la voce: il figlio di Zaccaria e di Elisabetta, il cugino di Gesù, Giovanni Battista, eletto da Dio per diventare il Profeta del Suo Figlio. Giunge a noi quella voce che sapremo spegnersi presto, nel martirio, per lasciare posto a Colui che è la Parola, la Parola Eterna del Padre, Cristo Signore.

E cosa dice Giovanni? Qual è il suo messaggio? Egli ci invita, anzitutto, ad un'azione, dicendo: «preparate la via del Signore, raddrizzate i Suoi sentieri»; ma, poi, aggiunge – attraverso quello, che gli esegeti chiamano il "passivo teologico" – che questa azione sarà compiuta da Dio stesso: «le vie tortuose diverranno diritte e quelle impervie, spianate». Equivale a dire: «Non ponete ostacoli sulla via del Signore, ma domandate, implorate che Egli venga e "lasciate" che giunga fino a voi». Sì, perché Dio ha deciso di non salvarci senza di noi. Egli non vuole fare a meno del "sì" di Maria, per farsi uomo; vuole essere annunciato, per la prima volta, all'umanità da Giovanni, figlio di Zaccaria; ha costituito gli Apostoli, i Sacerdoti, quali strumenti "necessari" della Sua opera di Salvezza; ha costituito la Chiesa quale "luogo" dell'Incontro con Lui, e domanda, ora, il nostro personale "sì" per salvarci: «Preparate la via del Signore [...]. Le vie tortuose diventeranno diritte e quelle impervie, spianate. Ogni uomo vedrà la Salvezza di Dio».

Maria Immacolata, la Dimora che Dio stesso si è preparata per farsi uomo ed entrare nel mondo, l'umilissima creatura che ha accettato e domandato che avvenisse di Lei quanto l'Angelo aveva detto, ci ottenga Lei la grazia di implorare ed accogliere l'Incontro con Cristo e la radicale trasformazione, che da questo Incontro, sempre, scaturisce. Amen!

Fonte: Congregazione per il Clero

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Anti-spam: complete the task

Sostienici

Tutti i servizi che offriamo sono totalmente gratuiti e svolti con generosità dai nostri giovani. Se vuoi sostenerci e fare in modo che possiamo realizzarli sempre meglio ora puoi farlo con una piccola donazione. Grazie in anticipo.

 

Donazione Paypal

Seguici su Telegram

Risultati immagini per telegram

Vuoi ricevere quotidianamente il commento del Vangelo del giorno e rimanere aggiornato sulle nostre iniziative? Iscriviti al nostro canale Telegram cliccando sul seguente link: https://t.me/figlidellaluce

Cerca

Seguici su Facebook

 

Seguici su...

Rss
Facebook
Facebook
Googleplus
Twitter
Youtube
Youtube

Affidamento al Cuore

Immacolato di Maria

 

 

 

 

san filippo

 

Chiesa S. Filippo Neri

 

san filippo

Via Lauretana

vergine_lauretana

Spettacoli Musicali

nota_musicale.gif

Vuoi organizzare spettacoli musicali in parrocchia o nel tuo paese?
Contatta:
FRANCESCA: 347.8685855
eMail:

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter gionaliera!